Matteo Viola, Pablo Carreno Busta e Marco Cecchinato: questi i nomi dei primi tre semifinalisti dell’ATP  Challenger Città di Perugia 2015, il tutto in attesa del match serale che vedrà opposti Filippo Volandri e Tsung-Hua Yang.

Nel primo dei quattro match di giornata a guadagnarsi l’accesso alle semifinali è stato l’italiano Matteo Viola, che ha confermato l’ottima settimana disputata sin qui eliminando la testa di serie numero 5 Roberto Carballes Baena. Più che meritato il successo di Viola che al primo turno aveva eliminato la testa di serie numero 2 Carlos Berlocq e agli ottavi era stato in grado di superare il giovane e promettente Christian Garin. Viola è entrato subito in partita brekkando l’avversario già al secondo gioco; Baena ha però replicato controbrekkandolo al settimo game, si è così reso necessario un combattutissimo tie break che ha visto Viola trionfare 14-12. Inizio a parti invertite nel secondo set, con lo spagnolo a brekkare l’italiano già al quarto gioco. A quel punto Viola è stato bravo a recuperare subito il servizio, da lì in poi la gara dell’italiano è stata tutta in discesa. Matteo Viola ha battuto Roberto Carballes Baena 7-6 (12) 6-3.

Stacca il pass per la semifinale anche Pablo Carreno Busta (tds 1), che nella seconda gara di giornata ha avuto la meglio sulla testa di serie numero 6 Jose Hernandez-Fernand. Dopo un primo set privo di break, giustamente concluso al tie break con la vittoria di Busta, nella seconda frazione si è vista una gara più equilibrata. Sul 5-4 Busta ha servito per il match ma ha dovuto cedere il servizio all’ottimo dominicano, a quel punto lo spagnolo è stato bravo a brekkare l’avversario portandosi sul 6-5. Di lì alla vittoria finale il passo è stato breve. Pablo Carreno Busta ha battuto Jose Hernandez-Fernand 7-6 (1) 7-5.

Porta d’accesso alla semifinale spalancata anche per la testa di serie numero 3 Marco Cecchinato, che in due set ha battuto Ruben Ramirez Hidalgo 6-3 7-6. Dopo un primo set concluso agevolmente, nella seconda frazione Cecchinato si è trovato davanti un Hidalgo più combattivo e propositivo che non ha comunque trovato la forza per prolungare il match al terzo set. Al termine di una seconda frazione priva di break, Marco Cecchinato ha battuto Ruben Ramirez Hidalgo col punteggio di 6-3 7-6 (3).